Introduzione

Ambientanto nel Giappone degli anni '80, Kimagure Orange Road (La capricciosa via degli aranci), racconta la storia di Kyosuke Kasuga, uno studente di 14 anni e del suo amore per Madoka Ayukawa, una sua compagna di classe considerata da tutti una specie di teppista, e Hikaru Hiyama, amica di Madoka, che la considera una sorella minore.

Kyosuke non è quello che possiamo tranquillamente definire un ragazzo normale, non perché la storia comincia nel pieno del suo settimo trasferimento scolastico, ma per il motivo che ha reso necessario questo ennesimo trasferimento: sua sorella minore Kurumi, ha infatti vinto una gara di atletica percorrendo i 100 metri in 3" (si proprio tre secondi!). La famiglia Kasuga è infatti dotata di vari poteri ESP (teletrasporto, telepatia, ecc...). A molti di voi potrà sembrare divertente, ma il povero Kyosuke il più delle volte non la pensa così.

Appena giunto in questa nuova città, Kyosuke decide di fare una passeggiata per familiarizzare un po' con il nuovo quartiere. Si ritrova così a salire una scalinata contando senza motivo i gradini. Verso la fine della scalinata Kyosuke vede volare in sua direzione un cappello di paglia rossa e istintivamente lo afferra. Giunto alla fine dei gradini incontra una bellissima ragazza che gli dice che il cappello le era volato a causa del vento. Dopo aver parlato alcuni minuti insieme, la ragazza dice che deve andare via e gli regala il cappello (che da quel giorno sarà parte integrante "dell'arredamento" del suo armadio).

Il giorno seguente Kyosuke incontra a scuola la ragazza del cappello e viene a sapere da alcuni compagni di classe che il suo nome è Madoka Ayukawa e che frequenta anche lei la stessa sezione, addirittura la stessa classe (quando si dice il caso!), ma che è meglio non prendere confidenza con lei inquanto è considerata da tutta la scuola (prof. inclusi) una teppista, e anche pericolosa. Insieme a lei Kyosuke conosce anche Hikaru Hiyama (più piccola di due anni), amica inseparabile di Madoka, anche lei considerata una teppista.

Segue...