Kimagure Orange College - Il regalo misterioso
- 7 -

Written by Kino

From madoka@mbox.ifinet.it
Newsgroup it.arti.cartoni
Subject [FANFIC][KOR] Kimagure Orange College #7: "Il regalo misterioso"
Date 18/10/97 3.40.42
Organization Mailgate Server
Lines 926
Message-ID <344c63b8.941304@mbox.ifinet.it>
NNTP-Posting-Host master.pantheon.it

Visto che il server mi ha inghiottito un altro articolo (spero che non
ricompaia anche questo dopo quattro giorni...^_^;;;), vi rispedisco
l'episodio no.7 di KOC.

Errata corrige: nell'episodio no.6, Kyosuke dice "maschiaccio" a Yoko
che lo minaccia e non "stupida".
------------------------------------------------------------------------


KIMAGURE ORANGE COLLEGE
a cura di Stephen Tsai


Episodio 7 - Il regalo misterioso

[Kyosuke e' seduto alla sua scrivania. Sparse davanti a lui ci sono
diverse monete e un paio di banconote di piccolo taglio. Kyosuke sposta
lungo il tavolo tutte le monete, come se una differente disposizione
potesse mostrare piu' soldi e sospira.] 

Narrazione di Kyosuke: Siamo a meta' maggio, ed a causa di diverse spese
non pianificate, [Ricorda velocemente il pagamento del ritardo nella
consegna dell'affitto ad Egami e la corruzione delle gemelle per
ottenerne il silenzio riguardo l'animale domestico da lui custodito.] e
dovendo comprare un regalo per l'imminente compleanno di Madoka, mi
trovo leggermente a corto di denaro. Considerando quanto poco mi e'
rimasto, sembra che per le prossime due settimane dovro' limitarmi a
comprare del ramen precotto per cena. Potrei andare avanti con quello e
se non ci fossero altre spese inattese, non dovrei avere problemi a
farcela... ma cio' non significa che sia contento della prospettiva. 

Kyosuke Kasuga: [Sospira ancor piu' profondamente, quindi raccoglie i
soldi e li ripone dentro il portafoglio. Quindi apre un cassetto della
scrivania, tira fuori una piccola scatola di legno e la appoggia sul
tavolo.] Sara' dura passare queste due settimane, ma ne varra' la pena
quando avro' dato questo a Madoka. [Alza il coperchio della scatola,
facendo intravedere una piccola statuina che comincia a piroettare
lentamente al suono di una dolce musica. Dopo alcuni secondi, sente
bussare alla porta. Kyosuke richiude il carillon e lo ripone dentro il
cassetto prima di andare ad aprire.] 

Tanaka: Buongiorno Kasuga. 

Kyosuke: Oh, buongiorno. [Con espressione perplessa.] Posso esserle
d'aiuto? 

Tanaka: Beh, ho la mattinata libera e mi sono reso conto che nonostante
si sia vicini di stanza, non ci conosciamo poi tanto bene. Pensavo
potesse essere una buona opportunita' per colmare questa mancanza... a
meno che tu non sia gia' impegnato...

Kyosuke: No... veramente no...

Tanaka: Ottimo... [Sorride.] Quindi posso entrare adesso?

Kyosuke: [Ancora disorientato dalla situazione.] Direi di si'. [Si
sposta di lato, facendolo entrare. Quindi va verso la scrivania e prende
due cuscini.] Mi dispiace ma e' tutto quello che ho per sedersi. 

Tanaka: Va benissimo. [Si siede su uno dei cuscini.] So che frequenti
l'universita'. 

Kyosuke: [Annuisce.] Si', la Butsumetsu. 

Tanaka: Capisco... e ti stai specializzando in, cos'era, Letteratura?

Kyosuke: [Rilassandosi un po'.] Esatto. 

Tanaka: Hmm... e' una scelta non comune come laurea... e spero di non
sbagliarmi nel dirlo, ma non c'e' una grossa richiesta di laureati con
quel titolo, vero? 

Kyosuke: Non sbaglia del tutto... spero di entrare nel mondo della
scrittura, ma probabilmente terminero' i corsi prima di poter sfondare
in qualche modo. 

Tanaka: Scrittore... straordinario. Se e' cosi', ti auguro la maggior
fortuna possibile. 

Kyosuke: Grazie... ne avro' proprio bisogno. 

Tanaka: Beh... [sorride] se c'e' una cosa che possiedi Kasuga, questa e'
proprio la fortuna. 

Kasuga: [Guarda dritto negli occhi Tanaka.] Non sono sicuro di aver
capito il nesso di questo discorso... 

Tanaka: La tua ragazza... e' proprio splendida, se posso dirlo. Qual e'
il suo nome?

Kyosuke: [Ora sorride anche lui.] Madoka Ayukawa . 

Tanaka: [A se stesso.] Anche il nome e' splendido... [Sorride.] Come ho
detto, sei molto fortunato. 

Kyosuke: Gra...

Una voce dal corridoio: Kasuga! 

Kyosuke: [Si alza] Questo e' Katsu. Farei meglio a vedere cosa vuole. 

Tanaka: [Si alza a sua volta e si dirige verso la porta.] Nessun
problema... Sono sicuro che si ripresenteranno occasioni per discutere.
[Cammina lungo il corridoio verso la camera no. 4.] Comunque, questo
breve dialogo... e' stato molto... istruttivo. 

[Kyosuke si dirige verso la camera no. 6 e bussa alla porta.] 

Ritsuo Katsu: Avanti. 

[Kyosuke entra e da uno sguardo alla stanza, che e' piu' in disordine
del solito. Oltre al solito armamentario di Ritsuo, ci sono varie
provette colorate sparse per la stanza e una pila di piccoli coni
arrotondati appoggiati sull'angolo di un tavolo. Ritsuo sta lavorando
seduto ad un altro dei suoi tavoli. Si volta come Kyosuke entra.] 

Ritsuo: Ah, Kasuga... buongiorno. Avrei bisogno della tua opinione su di
un paio di cose. 

Kyosuke: Nessun problema. [Prende una delle provette dal pavimento e ci
da un'attenta occhiata. La provetta e' lunga quindici centimetri circa e
larga due, vuota e fatta di spesso cartone. Osserva cio' a cui Ritsuo
sta lavorando. Il ragazzo sta mescolando insieme diverse polverine
differenti, facendo attenzione a dosarle una per una. Kyosuke torna ad
osservare la provetta.] Cosa stai facendo questa volta? A cosa stai
lavorando? 

Ritsuo: Questo? [Versa ancora un po' di prodotto dentro la miscela,
quindi chiude la parte superiore del bicchiere in cui e' contenuto il
tutto e lo tira su.] E' un composto di carbonio, nitrato di potassio,
clorato di potassio, solf...

Kyosuke: Katsu! 

Ritsuo: Cosa? [Si rende conto di essere diventato troppo tecnico e
sorride timidamente.] Scusa... beh, ho aggiunto un paio di prodotti per
conto mio, [Porge il bicchiere a Kyosuke perche' lo esamini.] ma
sostanzialmente e' polvere pirica. 

Kyosuke: [Prende il bicchiere e lo guarda attentamente.] Polvere pirica?
E cosa sarebbe?

Ritsuo: [Sogghigna] Praticamente una forma rudimentale di polvere da
sparo. 

Kyosuke: Cosa!?! [Il bicchiere gli scivola quasi dalle mani per la
sorpresa. Dopo un attimo, torna a reggerlo molto saldamente... con
entrambe le mani. Quindi lo passa a Ritsuo.] Cosa vuoi fare? Giocare con
la polvere da sparo non e', ehm.... pericoloso?

Ritsuo: Non ci sto mica giocando. Sto preparando dei fuochi d'artificio

Kyosuke: Non e' proprio quello che... [guarda la provetta di nuovo.]
Fuochi d'artificio?

Ritsuo: Si'... ho pensato che dopo la festa di stasera potremmo andare
tutti insieme a spararli in una delle spiagge qui vicino. 

Kyosuke: Va bene, ma di nuovo... non e' un po' pericoloso il preparare
nel tuo appartamento dei fuochi d'ar...[All'improvviso realizza
qualcosa.] Ehm... Katsu, spero che non te la prenda se te lo chiedo
ma... [fa una pausa] di quale festa stai parlando? 

Ritsuo: Eh? La festa per il compleanno di Kimura. [Kyosuke lo guarda
perplesso] Non lo sapevi? Nessuno te l'ha detto? Ah... mi dispiace.
Pensavo che Ayukawa te ne avesse parlato. 

Kyosuke: [Tira via alcune provette da una sedia e vi prende posto.] No,
non l'ha fatto... 

Ritsuo: Beh, e' una festa a sorpresa per il suo compleanno. Ci saranno
tutti. Saito, Kasamatsu, le gemelle...

Narrazione di Kyosuke: Una festa a sorpresa per Keiko? questo significa
che dovro' farle un regalo. [Ricorda i soldi sparsi sul tavolo
precedentemente.] Potrei chiedere a Madoka di prestarmi dei soldi... [Si
immagina la scena. Madoka ha una espressione severa mentre agita un dito
sotto il naso di Kyosuke.] Pero'... non voglio rischiare che mi
rimproveri. Potrebbe essere anche peggio...

Ritsuo: Kasuga! 

Kyosuke: [Riportato alla realta'.] Oh... scusami. [Ricorda dov'e' e a
cosa Ritsuo stia lavorando, decidendo di optare per una rapida fuga.]
Beh, farei meglio ad andare. Vado al centro commerciale per cercare
qualcosa da regalare a Kimura. 

Ritsuo: Non c'e' problema. [Kyosuke scivola fuori dalla porta e
scompare.] Ehi Ka...! [Sospira.] Accidenti... non mi ha dato la
possibilita' di chiedergli quale colore piacerebbe a Kimura per il
finale. 

[Kasuga intanto e' corso giu' per le scale, si e' messo le scarpe e sta
per aprire a chiave il lucchetto del proprio scooter.] 

Narrazione di Kyosuke: Normalmente non sono uno che lascia gli amici in
questo modo, ma con l'attitudine di Katsu di rendere esplosive le cose
che non lo sono, penso che sia meglio per me non essere nelle sue
vicinanze mentre sta lavorando a qualcosa che e' progettato apposta per
esplodere. In compenso, ho altro di cui preoccuparmi. Come se le mie
disponibilita' finanziarie non fossero gia' esigue, ora devo anche
trovare un regalo per Kimura. 

[Kyosuke accende lo scooter e parte sgommando giu' per la strada che
scende dalla collina. Come si allontana, si sente una forte esplosione
provenire dal pensionato.] 

Voce di Isamu Egami dal pensionato: KATSU...!!!! 

Voce di Ritsuo dal pensionato: AHH... MI SCUSI!!! 

[Centro commerciale di Mitsukoshi. Il centro e' colmo di gente che
affolla i vari negozi. Kyosuke cammina lungo il settore
dell'abbigliamento da donna, tirando fuori diversi articoli a caso.
Sebbene trovi alcuni completi che ne attirano l'attenzione, sobbalza
quando legge il cartellino del prezzo.] 

Kyosuke: [Siede depresso su di una panchina dicendo a se stesso...] Ci
sara' qualche modo che mi permetta di comperarle un regalo... [sospira]

Voce: Hai problemi, cugino?

Kyosuke: [Si volta e vede...] Akane... 

Akane: Proprio io. [Sorride e si siede accanto a Kyosuke.] OK. Hai
bisogno di comperare un regalo, ma non hai soldi, giusto? 

Kyosuke: [Perplesso] Gia'. 

Akane: [Annuisce] E, se ti conosco bene, non sapresti decidere cosa
prendere anche se tu avessi i soldi, giusto? 

Kyosuke: [Leggermente irritato] Penso di si'. 

Akane: Ottimo! 

Kyosuke: [Ancora piu' irritato] Cosa c'e' di bello in questo? 

Akane: La cosa bella e' che io verro' in tuo soccorso ancora una volta.

Kyosuke: [Ora diffidente] Chi ha detto che ho bisogno del tuo aiuto? 

Akane: Calmati, Kyosuke. Mettiamola in questo modo... E' successo che
questo mese mi siano rimasti un po' di soldi piu' del previsto. Potrei
comprare un regalo per te e tu potresti tornarmi i soldi il mese
prossimo. Cosa ne dici? 

Kyosuke: [Adesso un po' colto alla sprovvista] Cosa ti e' successo? 

Akane: Niente... beh... penso forse un piccolo alleggerimento di
coscienza. In teoria te lo devo dopo il numero che ho combinato tempo
addietro con te e Kimura. Credo di essere andata un po' oltre il mio
scopo originario. 

Narrazione di Kyosuke: Anche se mi costa ammetterlo, l'idea di Akane
risolverebbe il mio problema, almeno quello riguardante il presente. 

Akane: Beh? Che ne pensi, Kyosuke? 

Kyosuke: Vista la situazione, non ho molta scelta. Va bene, Akane...
vada per la tua idea.

Akane: Ottimo! Per quando ti serve? 

Kyosuke: [Vergognandosi] Per stasera... 

Akane: Dovevo saperlo. Ti riduci sempre a fare le cose all'ultimo
minuto. Va bene, lo avrai in camera tua per questo pomeriggio. 

Kyosuke: Ah... Akane? 

Akane: Cosa, Kyosuke? 

Kyosuke: [Sottovoce] Grazie. 

Akane: [Fa un largo sorriso] Non c'e' alcun problema. [Da a Kyosuke una
botta sulla spalla e se ne va fischiettando.] 

Kyosuke: [Osserva Akane che se ne va, e non crede ancora alla sua
fortuna. Dopo che gli e' scomparsa dal campo visivo, si alza e si dirige
da un'altra parte dicendo a se stesso...] Ho sempre detto di non sapere
cosa dovermi aspettare da Akane... [sorride] ma forse sta realmente
cercando di correggere se stessa... 

[Da Akane. Tira fuori il suo portafoglio, controlla la sua
disponibilita', quindi lo ripone dentro la tasca. Pensa un attimo, poi
comincia a visionare i diversi articoli d'abbigliamento sulle grucce e
sugli scaffali.] 

Akane: [A se stessa] Povero Kyosuke... e' stato fortunato ad
incontrarmi. Hmm... se fossi Kyosuke, cosa le prenderei? Presunto questo
potrei farmi un'idea per un regalo. [Se la ride, quindi inizia a
curiosare in un paio di negozi.] Hmm... forse farei meglio a smettere di
pensare come se fossi lui. Non mi sembra di trovare nulla di appro...
[Si blocca alla vista di un altro tipo di articoli. Un largo sorriso si
fa spazio attraverso il suo viso.] Questo e' perfetto... proprio quello
che Kyosuke le deve regalare. [Prende cio' che le interessa e si dirige
alla cassa.] 

[Appartamento di Madoka. In cucina, ci sono diverse ciotole disposte
ordinatamente sul tavolo mentre Madoka versa della farina dentro la
terrina piu' grande nella quale sta preparando qualcosa.] 

Madoka Ayukawa: [Mentre mescola.] Beh, non pensavo che fosse un
problema. 

Sachiko Ikemoto: [Sta usando un aspirapolvere senza filo, e lo fa
passare sotto il tavolo.] Ho gia' avuto problemi ad altre feste.
Producono confusione, gli invitati sono rumorosi, sono...

Madoka: Queste sono persone mature. Sono sicura che non ci sara' alcun
problema. 

Sachiko: [Ferma l'aspirapolvere e sospira.] Quand'e' la festa? 

Madoka: Stasera. 

Sachiko: Beh, [riflette un attimo] penso che mi fermero' un po' di piu'
del solito in ufficio. 

Madoka: Guarda che anche tu sei invitata...

Sachiko: [Agita la mano.] No, devo assolutamente terminare questo
resoconto. [Sorride per un attimo, quindi riprende la solita aria
severa.] Ayukawa-chan? 

Madoka: Cosa? 

Sachiko: Questo posto farebbe meglio ad essere pulito per quando faro'
ritorno... 

Madoka: [Sorride] Non preoccuparti. 

[Vicolo nei pressi del pensionato di Kyosuke. Akane ci passa accanto con
un pacchetto regalo in mano. Appena lo ha oltrepassato, si sente un
fruscio provenire dal fondo del vicolo. Akane torna indietro e guarda
nella direzione del rumore.] 

Akane: C'e' qualcuno? [Avanza un paio di metri dentro il vicolo.
Improvvisamente un grosso gatto arancione balza da dietro alcuni
scatoloni e scavalca Akane fuggendo lontano. Akane sogghigna, quindi si
volta ed esce dal vicolo.] Hrumph... [sorride] adesso comincio a
comportarmi come Kyosuke. [Come si allontana, si intravede una figura
nell'oscurita'.] 

Figura nell'oscurita': [Sussurra a se stesso] Mi aveva quasi beccato...
rimanere in questo vicolo sta diventando rischioso... Potrei avere...
problemi a spiegare il perche' se fossi scoperto. Ma devo proprio
scoprire se quello che ho visto allo stadio sia reale. 

[Camera no. 5. Kyosuke, seduto alla sua scrivania, sta scarabocchiando
con la penna su di un blocchetto. Qualcuno che bussa alla porta lo
interrompe. Rimane contrariato per un attimo, quindi appoggia la penna.
Si alza, attraversa la stanza e va ad aprire.] 

Akane: Buon pomeriggio, Kyosuke. 

Kyosuke: Ah... Buon pomeriggio, Akane. 

Akane: Ecco qui. [Porge il pacchetto regalo a Kyosuke.] 

Kyosuke: [Prende il pacchetto per esaminarlo.] Cos'e'? 

Akane: E' una mia sorpresa. 

Kyosuke: Hmm... Non lo so... 

Akane: Fidati di me, Kyosuke... Ti prometto che le piacera'. 

Kyosuke: Beh, lo spero. [Si rilassa.] Ti ringrazio di cuore, Akane. 

Akane: Nessun problema, Kyosuke, nessun problema. [Lo saluta, e comincia
a dirigersi verso l'uscita.] 

Kyosuke: Ehm... Akane? 

Akane: [Si ferma e si volta indietro.] Cosa Kyosuke? 

Kyosuke: Beh, ho appena pensato... [Mette la mano dietro la nuca.] Tu
hai fatto tutto questo per me e... beh, stasera c'e' una festa, e...

Akane: [Gli stringe una mano per bloccarlo e sorride.] Stai cercando di
invitarmi? 

Kyosuke: [Annuisce, quindi guarda attentamente Akane.] Se prometti di
comportarti bene. Quindi di non usare i tuoi poteri alla festa per
alcuna ragione. 

Akane: [Il sorriso si allarga.] Perche' Kyosuke, pensi che potrei
causare dei problemi? 

Kyosuke: [Incrocia le braccia e le da un'occhiata eloquente.] ...

Akane: Dove si terra' la festa? 

Kyosuke: Nell'appartamento di Ayukawa, ma devi promettermi...

Akane: Devo riflettere se ne valga la pena... Va bene cugino, hai la mia
promessa. Dal momento in cui entrero' nell'appartamento, non usero' i
poteri. 

Kyosuke: Va bene, chiamero' Ayukawa per farle sapere della tua
presenza... e della tua promessa. La festa comincia alle 20.00. 

Akane: Sembra divertente. Ci vediamo la'. [Fa per andarsene poi si
ferma.] Ah Kyosuke? 

Kyosuke: Cosa? 

Akane: Grazie dell'invito. [Si volta e scende le scale prima che possa
rispondere.] 

Kyosuke: [Si gira e rientra in camera. Dopo aver osservato il pacchetto
per qualche secondo, scuote la testa e si dirige al telefono. Alza la
cornetta e compone un numero.] Ayukawa? Ciao, sono io. Ti serve una mano
per preparare la festa? Va bene, saro' li' tra poco. C'e' qualcun altro
con te? Bene. [Riattacca, prende il regalo e quindi scompare
teletrasportandosi.] 

[Da Madoka, che sta ancora parlando al telefono.] 

Madoka: Pronto? Pronto? [Stacca la cornetta dall'orecchio.] Hrumph...
perche' ha riattaccato senza neppure dirmi ciao... [Si guarda intorno e
per un istante rimane sbigottita nel vedere Kyosuke dietro di lei.
Subito dopo, si riprende.] Lo sai, una volta o l'altra, qualcuno
potrebbe anche scoprirti. 

Kyosuke: [Rassicurandola] Non succedera'. A proposito, perche' non mi
hai detto che c'era una festa? 

Madoka: Eh? Pensavo l'avesse fatto Katsu. 

Kyosuke: No, a me ha detto che tu [Suona il campanello della porta.] 

Madoka: [Si dirige all'ingresso e apre la porta.] Hayashibara... sei in
anticipo! 

Akira Hayashibara: Beh, dovevo trovare un buon parcheggio perche' il
nostro piano funzionasse, giusto? [Le porge un pacchetto regalo.] 

Madoka: [Sorride mentre prende il regalo.] Esatto... beh, accomodati!
[Appoggia la scatola sul tavolo.] Ho ancora qualcosa da fare in cucina
cosi' fai come se fossi a casa tua. 

Akira: [Sorride, quindi le stringe dolcemente la mano.] Non stare via a
lungo, Ayukawa! [I suoi denti brillano.] 

Kyosuke: [Con espressione preoccupata.] ... [Prima che possa dire
qualcosa, il campanello suona di nuovo.] Vado io! [Apre la porta.] 

Le gemelle Miyasato all'unisono: Buon pomeriggio! [Entrambe porgono a
Kyosuke due identici pacchetti regalo.] 

Kyosuke: [Prende entrambi i pacchetti.] Entrate. Siete in antici... [Si
ferma quando entrambe gli passano oltre senza dire una parola.] 

Yuko Miyasato: [Cercando di non andare in estasi mentre dice ad
Akira...] Penso che tu sia immenso! Sono una tua grande ammiratrice! 

Yoko Miyasato: [In estasi mentre dice ad Akira...] Vengo ad ogni tua
partita! Anch'io penso che tu sia immenso! 

Kyosuke: [A se stesso.] Ma guarda cosa... [Appare leggermente
preoccupato.] Mi chiedo cosa provi Ayukawa per lui... [La sua curiosita'
e' interrotta da qualcuno che bussa alla porta. Senza distogliere lo
sguardo da Akira, Kyosuke indietreggia verso l'ingresso ed apre.] 

Kenichi Saito, Teruhiko Kasamatsu, Ritsuo Katsu: Ciao a tutti! [Ognuno
da un pacchetto regalo a Kyosuke, quindi entrano, lasciandolo con le
mani occupate.] 

Kyosuke: Ehi ragazzi...? 

Kenichi: Wow... [Ammirando l'appartamento.] questo posto deve impegnare
molto Ayukawa! 

Ritsuo: Non tantissimo, divide l'appartamento con qualcun altro. 

Kyosuke: Ehm... ragazzi...? [Riesce a raggiungere il tavolo
faticosamente e ad appoggiarci sopra i regali. Appena lo ha fatto, il
campanello suona ancora.] Un attimo... 

[Kyosuke si dirige alla porta e la apre. In questo momento, l'orologio
suona le otto in punto.] 

Akane: Buonasera, Kyosuke. Sono in orario? Non volevo arrivare tardi. 

Kyosuke: [Guarda l'orologio.] In perfetto orario. [Fa un largo sorriso,
quindi nota che Akane nasconde qualcosa dietro la schiena. Il suo
sorriso muta in preoccupazione.] Cosa hai portato, Akane?

Akane: [Ghigna] Oh, solo qualcosa per ravvivare la festa. [Porta le mani
in avanti mostrando due bottiglie di sake.] 

Kyosuke: Akane! Non e' quel tipo di festa! 

Akane: [Scivola oltre Kyosuke dentro l'appartamento.] Non forzo nessuno
a bere. 

Kyosuke: M-Ma... 

[Akane appoggia le bottiglie sul tavolo e osserva le decorazioni della
festa e gli altri partecipanti. Scorge Akira seduto dall'altro lato del
divano, impegnato in una brillante conversazione con Ritsuo e Kenichi.
Spalanca gli occhi quando realizza chi sia e indica a Kyosuke di
raggiungerla.] 

Akane: [Sussurrando a Kyosuke.] E' colui che penso quello seduto sul
divano? 

Kyosuke: [Con lieve irritazione.] Proprio lui. Akira Hayashibara. 

Akane: Come mai lo hai portato qui?

Kyosuke: [Con irritazione crescente.] E' un conoscente di Ayukawa. 

Akane: Di Ayukawa? [Improvvisamente si rende conto di qualcosa e da a
Kyosuke un'occhiata decisa.] Ahh... capisco. Sei geloso. 

Kyosuke: [Bruscamente] Geloso? Io? Hrumph! 

Akira: Kasuga... perche' non ti unisci a noi? E porta pure la tua amica.

Kyosuke: Beh... 

Akane: [Prende il braccio di Kyosuke.] Andiamo cugino. Non posso perdere
l'opportunita' di conoscerlo. 

Akira: [Si alza e si presenta ad Akane.] Non penso di averti gia'
conosciuto. Io sono Akira Hayashibara . [Si inchina.] 

Akane: Lo so... io sono Akane, la cugina di Kasuga. [Si inchina.] Lieta
di conoscerti. Vorrei che sapessi che sono una tua grande ammiratrice.
Vengo a vedere le tue partite ogni volta che posso. Io... 

Narrazione di Kyosuke: [Mentre Akane continua il suo discorso] L'ho gia'
detto, ma lo ribadisco. Non so mai cosa dovermi aspettare da Akane.
Conoscendo i suoi gusti, lei e' una delle ultime persone che mi
aspetterei di vedere cadere ai piedi di Hayashibara. 

Akira: [In qualche modo imbarazzato] ...mi fa piacere che tu lo pensi. 

Akane: Prima che te ne vada, posso avere il tuo autografo? 

Kyosuke: [Prendendo Akane per un braccio.] Posso parlarti? [Porta Akane
in un angolo della stanza.] Cosa ti succede Akane? Perche' stai adulando
Hayashibara?

Akane: Non lo sto adulando. 

Kyosuke: Scusa, mi sono espresso male. Ma senti... sai a cosa mi
riferisco. Non pensavo che fosse il tuo tipo. 

Akane: Ah... Capisco. Era per questo. Va bene, hai ragione in parte. Non
e' il mio tipo. [Kyosuke la guarda attentamente.] Ma non e' per questo
che gliel'ho chiesto. E' perche' lui e' uno dei migliori giocatori che
siano mai arrivati nella nostra universita'. E quindi e' un idolo
sportivo per gran parte degli studenti, me inclusa... [Abbassa lo
sguardo e sorride.] Hai un influsso malefico su di me, Kyosuke. Non
penso di aver filosofeggiato cosi' tanto in una sola volta prima d'ora.
[Se la ride.] Ad ogni modo, hai capito cosa intendo? [Kyosuke annuisce.]
Bene. Hmm, senti... [Fa una momentanea pausa.] Forse se pensassi a cosa
Ayukawa vede in lui, potresti non essere cosi' geloso. Forse la sua
opinione rispecchia la mia. E' qualcosa a cui devi pensare. [Se ne va
per chiacchierare con gli altri. Kyosuke la osserva un attimo, quindi
volge lo sguardo verso Akira che sta ancora parlando con Ritsuo. Dopo
pochi istanti, scuote la testa e si dirige verso di loro.] 

Akira: Ah... Kasuga. Non ho avuto molte opportunita' di parlare con te
questa sera. Come stai? 

Kyosuke: Abbastanza bene... state parlando tra di voi da un bel po'.
Qualcosa di importante? 

Ritsuo: [Se la ride mentre regge un drink.] Sto cercando di convincere
"Mr. Baseball" qui presente che giocare a tennis e' diverso che giocare
a baseball.

Akira: Dov'e' tutta la difficolta'? Se posso colpire la palla con una
mazza, posso certamente farlo anche con una racchetta da tennis. 

Ritsuo: [Sorride.] Lo vedremo. [A Kyosuke.] Ad ogni modo, domani siamo
intenzionati ad andare sul campo per giocare qualche set. Ti va di
unirti a noi?

Kyosuke: Beh, io non gioco benissimo, ma Ayukawa se la cava in modo
egregio. 

Akira: Ayukawa? Hmm... Non posso perdere l'opportunita' di vederla
giocare. Invitiamo anche lei. 

Kyosuke: [Leggermente risentito.] Beh... non sono sicuro... 

Akira: Hmm... [Appoggia il drink sul tavolo] Penso che noi due dobbiamo
parlare, Kasuga. [A Ritsuo] Ci puoi scusare un attimo? 

Ritsuo: Certo... farei meglio ad andarmene comunque. [Se ne va.] 

Kyosuke: [A se stesso.] Cosa vorra' mai? 

Akira: Kasuga, e' ovvio che non ti sono molto simpatico e posso capire
il perche'. Mi vedi come una minaccia che possa frapporsi tra te e
Ayukawa, giusto?

Kyosuke: Beh... 

Akira: Non so che questo ti rassicurera', ma se ne puo' valere la pena,
non ho nessuna intenzione di diventare un pericolo per il vostro
rapporto. Ayukawa e' una ragazza splendida, ma e' anche la tua ragazza,
e questo gia' fa la differenza. 

Narrazione di Kyosuke: Ci sono state molte cose nella mia vita che ho
desiderato poter rifare. Ci sono state molte occasioni nelle quali non
sono riuscito a prendere alcuna decisione. Spesso, ho fatto degli sbagli
e me ne sono pentito... ma questa non e' stata una di queste occasioni.

Kyosuke: Hmm... non posso prometterti nulla, ma... [Piccola pausa] penso
di poterti concedere il beneficio del dubbio per questa volta. [Gli
porge la mano a titolo di prova.] 

Akira: [Stringe la mano di Kyosuke in modo deciso.] 

[Si riuniscono agli altri. Dopo alcuni istanti, Akane spinge Kyosuke da
parte.] 

Akane: [Con un drink in mano.] Beh, e' una festa interessante, ma quando
si decidera' la festeggiata a farsi vedere? 

Kyosuke: Oh... e' vero. Non te l'ho detto... questa e' una festa a
sorpresa. 

Akane: [Perplessa] A sorpresa? [A se stessa.] Ma Madoka sta lavorando in
cucina...

Kyosuke: Gia'... penso che Katsu sia gia' andato a prendere Kimura...
[Si alza] Devo dare una mano ad Ayukawa in cucina. Ci vediamo fra poco
[Se ne va] 

Akane: [Quasi si strangola bevendo il drink nell'istante in cui
realizza.] K-K-KIMURA...?!? 

[Appartamento di Keiko. Ritsuo suona il campanello e attende. Dopo un
attimo, la porta si apre e una signora di mezza eta' si presenta
all'ingresso. Ha i capelli rossi, che terminano con riflessi grigi. Il
suo volto mostra dei tratti severi.] 

Donna: Buonasera... posso aiutarla?

Ritsuo: [Si inchina.] Buonasera... Sono Ritsuo Katsu. Sono venuto a
prendere Keiko per... 

Donna: [Interrompendo severamente Ritsuo.] Non piu' tardi delle 23.00. 

Ritsuo: [Sorpreso dalla improvvisa durezza.] Oh, ah... va bene... 

Donna: Io sono Akiko Kimura... la madre di Keiko. 

Ritsuo: Lieto di conoscerla. 

Keiko Kimura: Mamma... chi e'... [Lo sguardo si illumina] Katsu!

Akiko Kimura: Devi essere a casa per le 23.00, Keiko... [Alza un dito in
modo autoritario.] e questa volta non devi bere! 

Keiko: [Abbassa lo sguardo in modo sottomesso.] Va bene... 

[Appartamento di Madoka. La festa continua e Kenichi dialoga con Akira
mentre le gemelle vanno in estasi ascoltando il tutto. Tuttavia, da un
corridoio laterale, Akane si sta visibilmente nascondendo agli altri,
cercando di raggiungere il gruppo dei regali.] 

Akane: [A se stessa mentre gli altri chiacchierano tra di loro.] Va
bene, nessun problema. Il mio regalo e' in cima a tutti, cosi' si tratta
solo di prenderlo... [Striscia in avanti e raggiunge i regali. Come le
sue dita afferrano la scatola, sobbalza per una scarica elettrica che la
colpisce sul sedere.] YYYYEEEEOOOOWWWW!!!! 

Teruhiko: [Ad Akane che cade sul gruppo di regali, causandone la caduta
sul pavimento.] Ciao Akane! Che progetti hai per venerdi' sera?

Akane: [Dal pavimento con i regali che la circondano.] IDIOTA! COSA
DIAVOLO ERA... [Rabbrividisce improvvisamente quando si rende conto di
aver attratto senza volere l'attenzione di tutti.] 

Teruhiko: [Stupito.] Oddio... era solo uno scherzo. Non prendertela...

Kenichi: [Comincia a raccogliere i regali e a riposizionarli sul
tavolo.] Che disastro... 

Yuko: [Raccoglie il resto dei pacchetti.] Gia'... Dovresti bere meno
caffe', Akane...

Akane: [Vede che il suo regalo e' ora sotto tutti gli altri.]
Accidenti...!

[Cucina dell'appartamento. Kyosuke e Madoka sono intenti a preparare una
torta. Il dolce ha tre strati con la parte superiore in glassa bianca.
Lungo tutto il bordo, un cerchio decorativo in glassa rossa aggiunge
colore all'insieme. La scritta di cioccolato "Buon compleanno Keiko" in
alfabeto Kanji completa il tutto.] 

Madoka: [Aggiungendo il tocco finale di glassa sulla torta con una punta
decorativa.] Ecco fatto! 

Kyosuke: [In ammirazione] E' proprio fantastica... hai superato te
stessa! 

Madoka: [Sorride.] Sono sicura che Keiko sara' contenta di vederla. 

Kyosuke: Heh... ne sono certo. Oltretutto, lei e' contenta solo al
vedere il sole sorgere ogni mattino. 

Madoka: [Annuisce.] Non riesco a non invidiarla qualche volta. Non c'e'
molta gente felice in continuazione come lei. [Il suo sorriso si spegne
quando ricorda qualcun altro che si adatterebbe alla descrizione.] Pensi
che lei... sara' mai capace di perdonarci? 

Kyosuke: [Lunga riflessione, quindi...] Lo spero... [Cerca di
riprendersi cambiando discorso.] Lascia che la porti io... [Prende la
torta.] 

Madoka: [Tenendo la porta aperta.] Fa attenzione... 

[Una volta entrati in salotto, appoggiano la torta in mezzo al tavolo.
Mentre fanno un passo indietro, gli altri ospiti si fanno piu' vicini
per ammirare il lavoro.] 

Akira: Ben fatto, Ayukawa... un pasticciere professionista non avrebbe
saputo fare di meglio! 

Yuko: E' splendida! 

Kenichi: Kimura sara' proprio contenta nel vederla! 

Teruhiko: [Con l'acquolina in bocca] Ohh... ha un odore cosi'
invitante... [Fa per assaggiare con il dito un po' di glassa ma viene
bloccato improvvisamente.] <Snap!> OW! 

Yoko: [Tenendo bloccato il polso di Teruhiko con sdegno.] Perlomeno
aspetta fino all'arrivo di Kimura! 

Madoka: [Sorridendo.] Grazie a tutti! Sono certa che la trovera'...
[Quindi nota una mano che spunta da sotto il tavolo...] Eh? 

Akane: [Con il regalo in mano.] Preso! 

Madoka: [Alza il bordo della tovaglia, rivelando il nascondiglio di
Akane.] Cosa stai combinando? 

Akane: [Fa cadere il regalo.] Ah... Madoka! [Comincia a sudare.] 

Madoka: [Nota la sua apprensione.] Stai bene? 

Kyosuke: [Si piega e vede Akane.] Cosa succede? [Guarda Akane
sospettosamente] Sei gia' ubriaca?

Madoka: Non so cosa tu stia facendo li' sotto... [Raccoglie il regalo e
lo rimette insieme agli altri, quindi da ad Akane un'occhiata
eloquente.] ma cerca di non dimenticare la promessa...

Akane: [Mentre guarda Madoka che rimette il regalo sul tavolo e torna
dagli altri ospiti.] Accidenti! Cosa posso fare...? 

[Fuori dall'appartamento di Madoka. Ritsuo e Keiko attraversano a piedi
la zona dei campi da tennis e il blocco dei parcheggi riservati ai
giocatori.] 

Keiko: [Ridendo] Andiamo Katsu! Vuoi dirmi cosa sta succedendo? 

Ritsuo: [Sorride cercando di contenere la sua agitazione.] Niente,
Kimura! Ayukawa vorrebbe solo parlarti di qualcosa. 

Keiko: [Con curiosita'.] Oh... e penso che non abbia fatto... alcun
riferimento!

[Mentre Keiko gli sta parlando, Ritsuo urta "accidentalmente" la rossa
RX-7 di Akira, azionandone l'allarme antifurto.] 

RX-7: [Con le quattro frecce che lampeggiano.] YEOWYEOWYEOWYEOWYEOW... 

Ritsuo: [Mette una mano dietro la nuca imbarazzato.] Oops... mi
dispiace! 

[Salotto dell'appartamento di Madoka.] 

Akane: [A se stessa.] Farei meglio a prendere il regalo, o saranno guai
grossi per Kyosuke! [Guarda con espressione disperata.] Spero di avere
gli stessi poteri telecinetici di Kyosuke! [Striscia sotto il tavolo e
comincia ad alzare la pila dei regali senza guardare. Percepisce
qualcosa, quindi tira giu' un regalo.] Accidenti... ho sbagliato!
[Rimette il pacchetto sul tavolo e quindi muove la mano verso il regalo
successivo, portandolo a se'.] Preso! [Si alza.] Ora devo solo...
[Improvvisamente viene interrotta dal suono di un allarme antifurto di
un'automobile che proviene dall'esterno.] 

Madoka: Nascondetevi... questo e' il segnale! [Vede Akane con il regalo
il mano e glielo toglie.] Smetti di giocherellare con i regali Akane,
vedremo di cosa si tratta tra poco! [Rimette il pacchetto sul tavolo.] 

Akane: [A se stessa per la delusione.] ARRRGH...! 

[Tutti i presenti si nascondono nelle varie stanze e tacciono. Si sente
bussare alla porta, quindi la voce di Keiko.] 

Keiko: [Dal corridoio fuori dell'appartamento.] Ehi? C'e' qualcuno in
casa? 

Madoka: [Dalla cucina.] Entra pure! 

Keiko: [Aprendo la porta.] Madoka? Katsu ha detto che volevi vedermi...

Tutti quanti: [Balzando fuori dai loro nascondigli.] SORPRESA!!! 

Keiko: [Gli occhi le brillano.] WOW! CI SIETE TUTTI... [Regge il viso
con entrambe le mani.] CHE BELLO!!! 

[Tutti i presenti si fanno avanti per augurare a Keiko buon compleanno.]

Akira: [Avanza, prende uno dei pacchetti dal tavolo e lo porge a Keiko.]
Buon compleanno Kimura! 

Keiko: [In estasi facendo quasi cadere il pacchetto.] Uhh...
[Arrossisce, quindi cerca di aprire il pacchetto con le dita che le
tremano.] Wow! [Estrae una borsa di pelle utile per contenere i libri.]

Akane: [Cerca di avvicinarsi discretamente ai regali rimanenti.] Questa
e' la mia ultima possibilita'! [Cerca di prendere il regalo di Kyosuke
senza guardare, ma riesce solo a prendere il suo.] Non e' questo; e'...

Keiko: [Vede Akane e la interrompe.] Quello e' il tuo? 

Akane: [Con imbarazzo per il blocco forzato della ricerca.] Uh... si'!
[Le porge il regalo timidamente.] 

Keiko: [Apre il pacchetto, che rivela una lampada a forma di vulcano in
eruzione.] Wow... carina! 

Madoka: [Le porge un altro regalo.] Tieni, questo e' da parte mia. 

Keiko: Fantastico! [Apre il pacchetto e ne estrae una camicetta di seta
blu.] 

[Senza essere notata dagli altri, Akane sta lentamente raggiungendo il
fondo della stanza.] 

Ritsuo: [Avanza.] Desideravo regalarti dei fuochi d'artificio fatti
artigianalmente, ma [Mette una mano dietro la nuca.] ci sono stati
alcuni problemi. Cosi' ti ho preso questo... [Le porge un pacchetto
confezionato in fretta.] 

Keiko: [Rimuove la confezione, facendo apparire un coloratissimo
pallottoliere. Lungo ogni riga, delle bolle traslucide con i colori
dell'arcobaleno scintillano ad ogni movimento.] Wow... che bello!

Kenichi: [Demoralizzato.] Oddio... avresti dovuto dirmi che volevi
regalarle quello. [Le porge un piccolo pacchetto.] 

Keiko: [Lo apre e vede una calcolatrice scientifica.] Oh wow... 

Teruhiko: [Porge a Keiko una piccola lattina di noccioline.] Questo e'
per te; ma ho anche un'altra cosa da darti. [Prende uno dei regali e fa
un passo indietro.] 

Keiko: [Chiaramente impressionata.] Mi hai fatto due regali? Non
dovevi... [Comincia ad aprire la lattina.]

Kyosuke: [Improvvisamente si rende conto di qualcosa.] ASPETTA! [Prende
la lattina da Keiko, ma il coperchio e' gia' stato allentato. Mentre le
toglie la lattina di mano, due serpenti di gomma a molla saltano fuori e
colpiscono Kyosuke sul naso.] OWW! [Volge lo sguardo verso Teruhiko.] 

Teruhiko: [Porge il suo regalo a Keiko, mentre dice a Kyosuke...]
Hrumph, hai rovinato uno scherzo bellissimo! 

Keiko: [Apre il vero regalo, che si dimostra essere un vassoio
argentato. Posta sul mezzo c'e' una cacca di cane in gomma.] Eh? 

Teruhiko: Oops! Lascia perdere! [Si allunga e toglie lo scherzo.] 

Keiko: [Vede che e' rimasto solo un regalo.] Oh, manca Kyo-chan! [Prende
l'ultimo pacchetto.] 

Akane: [Lentamente scivola via e si nasconde dietro il muro che confina
con la stanza adiacente in trepidante attesa.] E' la fine... 

[Keiko rimuove la confezione in modo impaziente ed alza il coperchio
della scatola. Improvvisamente si blocca quando vede il regalo. Senza
parole, estrae un neglige' nero di seta fuori dalla scatola per farlo
vedere a tutti.] 

Keiko: [Con gli occhi spalancati.] Wow... [Alza il neglige' per i lacci
per dare un'occhiata piu' approfondita all'indumento semitrasparente.] 

Madoka: [Scioccata.] K-k-Kasuga...? 

Akira: [Distoglie lo sguardo dal capo di vestiario e si schiarisce la
voce discretamente.]... 

Teruhiko: [Raccogliendo con calma i suoi serpenti.] Uhh, giusto... 

Kenichi: [Incantato.] Non mi meraviglio che abbia successo con le
ragazze... 

Le gemelle all'unisono: [Sbiancate e rimaste di sasso] ... 

Ritsuo: [Mette una mano dietro la nuca.] Uhh... 

Kyosuke: [Dopo un attimo nel quale ha perfettamente colto il sentimento
collettivo di imbarazzo da parte dei presenti.] AKANE...!!!!!! 

[La scena si blocca in questo momento. Kyosuke, con espressione furiosa
dipinta in volto, va alla ricerca visiva di Akane, che sembra essere
scomparsa. Keiko arrossisce notevolmente quando esamina con piu' cura la
lingerie di seta. Tutti gli altri sono rimasti pietrificati dal tipo di
regalo.] 


SCHEDE DEI NUOVI PERSONAGGI

Kimura Akiko: 

        Madre di Keiko. Ha i capelli rossi come la figlia, ma con le
punte dai riflessi brizzolati. Dimostra di essere molto protettiva.


-- 
Luciano Villalta
VGAi Owner Pride!
kyochan@iol.it (fino a fine mese)
khinno@hotmail.com


--