Kimagure Orange College - Kyosuke BAKA!
- 6 -

Written by Kino

From madoka@mbox.ifinet.it
Newsgroup it.arti.cartoni
Subject [FANFICT] KOC #6: Kyosuke <Squawk!> BAKA!
Date 18/10/97 3.40.33
Organization Mailgate Server
Lines 964
Message-ID <19971013010452362616@pn-max-ip-117.iunet.it>
NNTP-Posting-Host pn-max-ip-117.iunet.it

Ciao a tutti!

Fianlmente ho risolto i problemi di traduzione dei vocaboli piu'
delicati di questo episodio, quindi posso postarlo nella versione
integrale. Al suo interno c'e' solo una censura palese, presente pero'
anche in versione originale.
Ringrazio ancora tutti coloro che mi hanno dato una mano per i termini
incriminati.


------------------------------------------------------------------------
KIMAGURE ORANGE COLLEGE
a cura di Stephen Tsai


Episodio 6 - Kyosuke <Squawk!> BAKA!

[Teruhiko sta percorrendo la strada che porta al pensionato di Kyosuke.
Ha con se' una scatola coperta da un drappo.] 

Narrazione di Kyosuke: Tutto quanto e' cominciato in modo innocuo.
Ricordo che il giorno prima, Kasamatsu a lezione mi chiese se potevo
prendermi cura del suo animale domestico preferito, un grosso pappagallo
esotico, visto che lui e Saito sarebbero stati fuori Tokyo per il fine
settimana. Non mi sembrava un grosso disturbo, cosi' dissi di si'. Non
c'era modo di prevedere tutti i guai che ne sarebbero susseguiti... 

Teruhiko Kasamatsu: Hah... sara' fantastico! Non vedo l'ora di godermi
la faccia di Kasuga quando si prendera' la responsabilita' di questo
tipo! 

[Mentre si avvicina, si sentono rumori soffocati provenire dalla
scatola. Teruhiko la appoggia per terra e ci bisbiglia dentro.] 

Teruhiko: [Sussurra] Ehi, va tutto bene! Ci siamo quasi! 

[Dopo che i rumori si placano, riprende la scatola in mano e continua a
camminare verso il pensionato. Dopo essere entrato, si toglie le scarpe.
Rialzandosi, rischia di scontrarsi con...] 

Teruhiko: Gemelle Miyasato! [Ad entrambe] Andate da qualche parte? 

Yuko Miyasato: Si'! Dovremmo incontrarci con Katsu all'Okonomiyaki Maru
dopo la sua partita di tennis con Kasuga! 

Teruhiko: Ah, va bene! Beh, buon divertimento! [Sale le scale] 

Yoko Miyasato: Senti Kasamatsu, cosa c'e' dentro la scatola? 

Teruhiko: Beh... [suda] solo una cosa per Kasuga. In effetti si tratta
di un animale domestico. Ha promesso di prendersene cura mentre io e
Saito siamo fuori per il weekend. 

Yoko: Ehi! Niente animali! 

Yuko: Gia'! Regolamento del padrone di casa! 

Teruhiko: [Appare perplesso] Pensavo che le uniche regole imposte dal
vostro padrone di casa fossero a proposito dell'affitto? 

Yoko: Beh, [mostrandosi un po' ipocrita] in realta', e' Fujimoto quella
a cui non piacciono. Ma visto che aiuta cosi' tanto il padrone di casa
nella manutenzione del pensionato... 

Yuko: ...quello che lei dice solitamente ha la meglio su di lui.

Teruhiko: Ehi, e' solo per un weekend! Che male c'e' se nessuno lo sa? 

Yoko: Beh, [con una espressione eccessiva...] Non saprei... 

Yuko: Oddio, [Guarda Yoko...] il loro odore si propaga in modo
abbastanza rapido, e visto che Kasuga e' nella camera vicino alla
nostra...

Teruhiko: [Frustrato] Va bene! [Tira fuori il portafoglio, prende
diverse banconote e gliele  porge.] Tenete! 

Entrambe le gemelle all'unisono: Grazie! [Gli strappano di mano le
banconote] 

Yoko: Ora possiamo veramente divertirci! 

Yuko: Gia'... e non preoccuparti, [A Teruhiko] noi non ti abbiamo visto!

[Escono, ridendo per Teruhiko e per la loro fortuna] 

Teruhiko: [Mormora a se stesso] Piccole mercenarie! Penso che la
prossima volta [ghigno diabolico] tocchera' a loro! [Sale le scale con
in testa idee maligne senza fine. Arriva alla camera no. 5, quindi bussa
alla porta.] 

Kyosuke Kasuga: [Apre la porta] Ah, Kasamatsu! 

Teruhiko: Ciao Kasuga! 

Kyosuke: [Si fa da parte] Entra pure e posalo dove vuoi... 

Teruhiko: [Mette la scatola su di un tavolo a fianco ed appoggia la
gabbia con il pappagallo su di un altro tavolino. Tira fuori dalla tasca
un sacchetto di semi e lo da a Kyosuke.] Questo dovrebbe bastare per
tutto il fine settimana. La gabbia e' gia' in ordine, tutto quello di
cui ti devi preoccupare e' che abbia abbastanza acqua. 

Kyosuke: Va bene. Senti, come si chiama? 

Teruhiko: Baka*. 

* Idiota in giapponese

Kyosuke: Baka...? Si chiama cosi'? 

Teruhiko: Esatto! 

Kyosuke: [A se stesso] Che nome stupido per un pappagallo... [A
Teruhiko] Quando tornerai a prenderlo? 

Teruhiko: Domenica sera subito dopo essere tornato a casa. [Fa per
andarsene] Ti ringrazio di questo piccolo favore Kasuga! Sono sicuro che
tra voi andra' tutto bene! 

Kyosuke: A proposito, dice qualcosa?

Teruhiko: [Si ferma, si volta e sorride] Certo! Sa dire un sacco di
cose! [Orgogliosamente] L'ho educato io. 

Kyosuke: Cose tipo "ciao"? 

Teruhiko: [E' quasi del tutto fuori dalla stanza, e piega la testa
all'indietro. Il suo sorriso diventa... sinistro] Heh... non proprio!
[Si chiude la porta alle spalle. Si possono sentire i suoi passi mentre
scende le scale correndo.] 

[Come il rumore dei passi si allontana, Kyosuke toglie il telo che copre
la gabbia. Il pappagallo e' rosso, con una moltitudine di altri piumaggi
diffusi sulle ali. Ha un grosso becco dall'aspetto feroce, che da al
tutto, assieme ai suoi occhi piccoli e luccicanti, un immagine
intimorente.] 

Kyosuke: Sei proprio grande... [Apre la gabbia e lo tira fuori
appoggiandolo sul tavolino.] Ciao. [Al pappagallo] Sai dire ciao? 

Baka: <Squawk!> BAKA! 

Kyosuke: [Momentaneamente sorpreso] oh... sa dire il suo nome. Anche
troppo forte. [A Baka scandendo bene le parole.] Sai dire Kasuga? 

Baka: <Squawk!> Kasuga maniaco! 

Kyosuke: [Ora sbalordito] Co-cosa hai detto? 

Baka: <Squawk!> Kasuga e' un idiota! Kasuga deficiente! [Comincia a
volare lungo la camera.] 

Kyosuke: MA BRUTTO...! [Si tira su le maniche della camicia e salta
verso Baka] 

Baka: [Vola dentro una delle valigie aperte di Kyosuke e dopo una breve
lotta con alcuni vestiti, ne esce con un paio di mutande appese al
collo] Kasuga maiale! <Squawk!> 

Kyosuke: [Si tira fuori dalla valigia, mentre i vestiti sono ora sparsi
per la stanza] Quello stupido di Kasamatsu in questo momento stara'
ridendo a crepapelle mentre sta andando a Kyoto! [Volge la sua
attenzione a Baka] TORNA QUI TU MALEDE...! 

Baka: Kyosuke pervertito! <Squawk!> [Vola dentro un'altra valigia di
Kyosuke. La valigia si rovescia e scarica una moltitudine di oggetti
sopra il suo tavolo. Baka tenta di volare via, ma le sue ali sono
impigliate in un rotolo di corda che e' uscito fuori dalla valigia.] 

Kyosuke: [Afferra l'altro capo della corda] FINALMENTE TI HO PRESO!
[Osserva la corda piu' attentamente] Ehh...? 

[Corridoio fuori dalla camera no. 5. Da dentro la stanza, la voce di
Kyosuke....] 

Kyosuke: OH NOOOOO...! 

[Ci sono diversi secondi di silenzio dopo questo urlo, silenzio che
viene rotto soltanto da un rumore di graffi alla porta e di piedi che
strisciano. Quindi, circa un minuto dopo, Kyosuke esce dalla stanza,
sbattendo le braccia e correndo in maniera goffa.] 

[NdA: Per chi non conoscesse il significato della corda, il riferimento
e' all'OVA nel quale Kyosuke si trova a "sperimentare" una corda magica
di proprieta' del nonno, diventando prima un pesce rosso e poi Jingoro]

[Appartamento di Madoka. La ragazza sta copiando del materiale da un
libro di testo. Il suo lavoro e' interrotto dal suono del telefono.] 

Madoka Ayukawa: [Tira su] Pronto?... Eh? Chi e'? [Comincia ad essere
leggermente perplessa] Cos'e' questo, uno scherzo? [Riattacca.
Ricomincia a scrivere, quindi si blocca. Guarda il telefono e pensa per
se'...] Tutto sommato, conoscendo Kasuga, penso che non dovrei dare
niente per scontato. [Si alza, prende la sua giacca ed esce
dall'appartamento, mormorando a se stessa...] Pero' farebbe meglio a non
tirare troppo la corda...

[Campi da tennis del parco pubblico di Kamon'yama. Ritsuo e' seduto su
di una panchina. Indossa un completo da tennis bianco. Borsa e racchetta
sono accanto a lui. Mentre guarda di nuovo l'orologio, si vede Kyosuke
che si avvicina correndo, sbattendo le braccia.] 

Kyosuke: [Mormorando senza senso] bakabakabakabakabaka... 

Ritsuo Katsu: [Disorientato] Cosa diamine...? Kasuga? [Gli mette una
mano sul petto quando se lo trova di fronte, fermandolo.] 

Kyosuke: [Con faccia perplessa.] ... 

Ritsuo: Dove sei stato? [Lo guarda e vede che Kyosuke non ha la sua
attrezzatura da tennis ne' e' vestito nel modo piu' appropriato.] Dov'e'
la tua roba?

Kyosuke: [Con faccia perplessa.] ... 

Ritsuo: Qualcosa non va, Kasuga? 

Kyosuke: IDIOTA! 

Ritsuo: [Balza all'indietro alla brutalita' della risposta di Kyosuke]
Cosa dia-? 

[Pensionato di Kyosuke. Madoka entra nella casa. Visto che non c'e'
nessuno ad attenderla, si toglie le scarpe e sale le scale. Arrivata
alla camera no. 5, bussa alla porta] 

Madoka: Kasuga! [Non ottenendo risposta, apre la porta e rabbrividisce.
Scuote la testa osservando l'estrema confusione in cui giace la stanza.
Le valigie sono sottosopra, vestiti e libri sono sparsi per la stanza e
il futon e' disordinatamente addosso ad una parete. In mezzo alla
stanza, vicino al telefono rovesciato, c'e' Baka.] Che disastro! Anche
Kasuga dovrebbe cercare di tenere questo posto un po' piu' in ordine di
cosi'. Kasuga! 

Baka: Ehi... Ayukawa, [Le batte la caviglia con un'ala] piu' giu'.
<Squawk!> 

Madoka: [Con un espressione incredula e sconcertata] Ka-ka-Kasuga? 

Baka: [Porta l'ala dietro la testa e ride] Ah... come va? <Squawk!> 

Madoka: [Si piega e raccoglie Baka] Dimmi come e' successo... [Si sporge
in avanti guardandolo fisso negli occhi per chiarirsi le idee.] e non
tralasciare alcun dettaglio! 

Baka: [Cerca debolmente di ridere...] Ci crederesti...? <Squawk!> [Vede
chiaramente che non e' interessata ad alcuna ambiguita'] Beh, e'
cominciata cosi'... 

[Strada che costeggia il pensionato. Madoka sta scendo la collina.
Sebbene non sia arrabbiata, il suo volto mostra una chiara irritazione.
Sulla sua spalla sinistra tiene Baka. Madoka indossa ora anche un paio
di guanti bianchi e regge in mano un rotolo di corda.] 

Madoka: Idiota... come fai a trovarti sempre dentro queste situazioni?
Cosa fai, frequenti un corso di calamita'? 

Baka: Non lo so... ogni tanto penso che sia un dono divino...

Madoka: Dimmi Kasuga, questo ti e' gia' successo prima? 

Baka: Beh, c'e' stata la volta in cui ero un gat... [Si blocca
ricordando cosa successe in quell'occasione.] 

Madoka: In un gatto? E quando?

Baka: Ehm... lascia perdere. <Squawk!> 

Madoka: Altre volte? 

Baka: In un pesce... [leggermente seccato per gli umilianti ricordi]
Senti, devo continuare ancora? <Squawk!> 

Madoka: [Si stringe nelle spalle] Qualsiasi informazione potrebbe essere
utile... [Quindi si copre la bocca, per nascondere il suo sorriso, ma
non riesce a coprirlo del tutto.] 

Baka: [Con indignazione quando la nota sorridere] Bene, mi fa piacere
che tu trovi questa situazione divertente! <Squawk!> 

[Mentre discutono, sorpassano una coppia seduta su di una panchina in
attesa dell'autobus...] 

Anziano 1: Hai visto? 

Anziano 2: Intendi quella bella ma strana ragazza che stava parlando al
proprio pappagallo? 

Anziano 1: Dev'essere una studentessa universitaria... conosci i giovani
d'oggi...

Anziano 2: [Annuisce] Gia'... 

[Kamon'yama park. Seduta su di una panchina c'e' una coppia dall'aspetto
familiare.] 

Umao: Ushiko! 

Ushiko: Umao! 

Umao: Perche' sei tu, Ushiko? 

Ushiko: Perche' sei tu, Umao? 

[In quel momento, Ritsuo sta passato con un'espressione infuriata. Visto
lo spazio libero dall'altro lato della panchina, vi si siede ignorando
la coppia sulla sua sinistra.] 

Ritsuo: [Mormora a se stesso] Che stupido...! Non posso credere che mi
abbia detto una cosa simile; non e' proprio da lui... [Scuote la testa]
Non e' la mia giornata... [Rimane pensieroso con la testa china per
qualche minuto. A causa di questo, non vede Madoka che si avvicina, fino
a che non e' praticamente di fronte a lui...] 

Madoka: [Con Baka sulla spalla.] Ciao Katsu. 

Ritsuo: [Alza la testa] Ayukawa... 

Madoka: Mi spiace disturbarti, ma hai mica visto Kasuga? 

Ritsuo: [Scurisce in volto.] Certo... chiedigli per quale motivo mi ha
dato del pervertito? 

Baka: [Il sudore comincia a formarglisi sulla testa, mentre pensa per
se'] Oh no... e' peggio di quello che avevo pensato... 

Madoka: Capisco... 

Ritsuo: [Arrabbiato e deluso] Che nervi... dovresti vedere cosa tiene
sotto il suo futon, e poi chiedergli se gli sembra giusto che mi chiami
cosi'.

Madoka: Ma davvero... [Da a Baka un'occhiata eloquente...] 

Baka: [Il sudore aumenta, mentre dice a se stesso] Oh oh... 

Ritsuo: Sta male o cosa? 

Madoka: Beh, sta... [Si morde le labbra pensando per se'...] Non posso
dirgli la verita'... probabilmente non mi crederebbe... [Nota la
provetta all'interno della borsa da tennis di Ritsuo, quindi dice...]
sta avendo... una... ricaduta del comportamento indotto chimicamente
della scorsa settimana... 

Ritsuo: [Annuisce comprensivo] Accidenti, avrei dovuto capirlo! [Scuote
la testa.] E' tutta colpa mia! Dobbiamo fermarlo prima che la situazione
volga al peggio! 

Madoka: [A se stessa] Scusa Katsu... 

[Centro commerciale di Matsuzakaya. Come ogni weekend, il posto e' colmo
di gente. Tra la folla, si scorge Keiko seduta ad un tavolino di un
caffe' del centro.] 

Keiko Kimura: [Prende un bicchiere d'acqua e ne beve un sorso. Guarda
l'ora quindi nota del trambusto tra la folla.] Eh? [Appoggia il
bicchiere sul tavolino e vede una figura familiare che viene spintonata
da un gruppo di persone apparentemente ostile.] Kyo-chan? [Agita le
braccia per attirarne l'attenzione.] Di qua! 

Kyosuke: [Con aria confusa.] ... 

Keiko: [Nota il suo silenzio.] Sei in anticipo Kyo-chan... com'e' andata
la partita di tennis? 

Kyosuke: IDIOTA! 

Keiko: [Scioccata] Cosa ti e' successo? Va tutto bene? 

Kyosuke: [Guardando verso di lei] Deficiente! Sgualdrina! 

Keiko: [Senza parole mentre le lacrime cominciano a scenderle sul viso.]
... 

[Ponte di Chojamachi. Il fiume Ooka scorre lentamente mentre Madoka e
Ritsuo corrono attraverso il ponte. Entrambi sembrano avere molta fretta
quando si fermano ad un incrocio.] 

Ritsuo: Pensi che sia lui? 

Madoka: Praticamente sicura... [indica la folla che discute animatamente
nell'area del centro commerciale.] Qualcuno deve aver creato forte
scompiglio... 

Ritsuo: Spero che si riesca a beccarlo prima che si metta nei guai...
[Scuote la testa.] Qualcuno potrebbe fraintendere le sue azioni ed
offendersi. 

Madoka: [Annuisce] Speriamo che non abbia a che fare con qualcuno poco
paziente... 

[Okonomiyaki Maru. Il sole pomeridiano e' ancora alto, e illumina la
copertura del ristorante. Studenti ed altri avventori sono riuniti
all'interno e sul terrazzo esterno. Tra la folla si vedono Yoko e Yuko
che si stanno dividendo un okonomiyaki ai gamberi e carne di maiale.]

Yoko: ...ancora non capisco cosa ci trovi in lui. [Da un morso poi
appoggia la sua parte sul piattino.] Il fatto che sia intelligente non
implica che possa diventare famoso con il suo lavoro. 

Yuko: Perlomeno trovera' un lavoro! Saito e' un realista; non ha alcun
sogno utopico da artista... [guarda inequivocabilmente in direzione di
Yoko] come qualcun altro. 

Yoko: [Rivolge il naso all'insu'.] Humph! Mi lascia completamente
indifferente questa osservazione... almeno io ho dei sogni. Saito e'
troppo smidollato per averne. Guarda quel suo strambo amico... 

Yuko: [Annuisce] Kasamatsu? Si', effettivamente e' bizzarro... come si
era mascherato... [soffoca una risata] Da Ninja Nero? 

Yoko: [Ride sonoramente] Da Ninja Rosso penso... credo di essere stata
abbastanza sobria per ricordarlo... vederlo in costume da ninja aveva
reso tutto quanto quasi... [si blocca quando vede chi sta giungendo
dietro Yuko.] guarda chi c'e'... [ghigna] l'uomo del punch! 

Yuko: Stai intendendo... penso che sia stata colpa di Katsu. Voglio
dire, per quale ragione teneva quella roba in casa? 

Yoko: [A Kyosuke, che si e' avvicinato.] Cosa ne pensi? [Sorride con una
vena di scherno...] Chi pensi che si debba picchiare per quello che e'
successo alla festa della scorsa settimana? 

Kyosuke: IDIOTA! 

Yuko: [Totalmente scioccata.] Co-cosa mi hai detto? 

Yoko: [Senza piu' sorridere ed ora con tono minacciante.] Vuoi perdere
qualche dente? 

Kyosuke: Stupida! 

Yuko: [Si alza, mentre comincia a digrignare i denti.] <RG!> 

Yoko: [La rabbia comincia a crescere.] Un'altra parola e... 

Kyosuke: Stron...

Yuko: [Impallidisce per l'ira.] MA BRUTTO...! [Prepara il pugno.] 

Yoko: [Ora cosi' furiosa che puo' a malapena dire...] QUESTO... E'...
TROPPO! [Si prepara a colpirlo.] 

[Centro commerciale di Matsuzakaya. Mentre Madoka e Ritsuo corrono tra
la folla, intravedono Keiko seduta ad un tavolino che sta piangendo...]

Keiko: [Con la faccia nascosta tra le mani...] <sob!>...<sniff!>...

Baka: [Comprensibilmente colpito] Oh no... e' terribile! 

Madoka: [Mette un braccio sulla spalla di Keiko per confortarla.]
Keiko... 

Keiko: [Singhiozzando ancora.] Madoka... [Appoggia la testa sul petto di
Madoka.] Kyo-chan mi ha detto delle cose terribili... 

Ritsuo: [Dolcemente appoggia le mani sulle sue guance e le tira su la
testa.] Non e' come sembra! Ricordi la scorsa settimana quando tutti noi
ci comportavamo... in modo strano? 

Keiko: [Annuisce e lentamente smette di piangere.] ... 

Ritsuo: Kasuga soffre di una ricaduta... che riguarda le sue inibizioni.
[Cercando di rassicurare Keiko.] Stava parlando senza riflettere... 

Madoka: [A se stessa.] Che cambio ci deve essere stato... [Riprende in
mano la situazione.] Capisci cosa stiamo dicendo? Non puo' capirlo da
solo, cosi' dobbiamo trovarlo per evitare che compia qualcosa di cui si
potrebbe pentire piu' tardi. 

Keiko: [Sta tornando in se', annuisce e si asciuga le lacrime.] Va
bene... 

[Incrocio di Chojamachi nei pressi del distretto di Ishikawacho. Mariko
Fujimoto e suo figlio stanno passeggiando lungo il marciapiede guardando
le vetrine. Dietro a loro, suona la campanella di un'universita',
segnalando l'inizio della prossima lezione.] 

Eiji Fujimoto: Mamma... possiamo fermarci a mangiare qualcosa? Ho fame.

Mariko Fujimoto: [Guardando ancora le vetrine.] Un attimo... [Guarda
attentamente alcuni elettrodomestici e sobbalza per i prezzi.] Sigh...
e' cosi' difficile al giorno d'oggi... 

Eiji: [Salta su e giu'.] MAMMA!!!! 

Mariko: [Fruga nel portafoglio.] Va bene... [Da ad Eiji alcune monetine
e sorride.] Torna subito indietro! 

Eiji: Va bene! [Se ne va con un sorriso soddisfatto.] 

[Mariko continua ad osservare la vetrina per diversi minuti, senza
accorgersi che dietro a lei sta giungendo Kyosuke...] 

Kyosuke: [Urta Mariko con sguardo assente.] ... 

Mariko: [Sorpresa, tuttavia sorride.] Kasuga! Non immaginavo di
incontrarti qui! 

Kyosuke: IDIOTA! 

Mariko: [Scandalizzata] Ka-Kasuga? Cosa hai detto? 

Kyosuke: [Incurante] Deficiente! 

Eiji: [Di ritorno dalla gelateria, con in mano due coni e con
espressione meravigliata.] Wow... 

Mariko: [Decisa mentre tenta invano di coprire le orecchie di Eiji.] Non
so cosa ti sia successo, ma ti chiedo di moderare il linguaggio in
presenza di mio figlio! 

Kyosuke: Stai zitta! 

Mariko: [Furiosa] Kasuga! 

Kyosuke: [Apparentemente spaventato dallo scoppio d'ira inaspettato di
Mariko, scappa correndo, mentre mormora senza senso a se stesso.]
bakabakabakabaka... 

Mariko: [Con espressione preoccupata.] Cosa gli sara' successo? 

Eiji: Wow...[Mentre Kyosuke scappa] stava parlando proprio come il
pappagallo del fratellino Teruhiko! 

[Okonomiyaki Maru. C'e' stato un po' di trambusto sul terrazzo esterno e
Yuko e Yoko si stanno rimettendo in ordine i vestiti sorridendo
soddisfatte. Proprio quando stanno terminando di vantarsi delle proprie
gesta con alcuni testimoni, Madoka, Keiko e Ritsuo giungono di corsa.] 

Yuko: [Ad uno degli studenti in ascolto.] ...quindi l'ho colpito alla
pancia! 

Yoko: [Annuisce e continua.] Esatto! Poi, quando si e' piegato, ho dato
il tocco finale!

Madoka: [Picchietta Yoko sulla spalla.] Gemelle Miyasato, state parlando
di Kasuga? 

Ritsuo: Lo stiamo cercando; lo avete mica visto? 

Yoko: Certo, [Con faccia soddisfatta] lo abbiamo visto! 

Yuko: Ci stava dicendo le cose piu' sgradevoli possibile, cosi' ci siamo
prese cura di lui! [Alza indice e medio della mano in segno di
vittoria.] 

Yoko: Giusto! [Con espressione ancor piu' soddisfatta, facendo
crocchiare le nocche.] Ha la fortuna di poter ancora camminare! 

Baka: [Con espressione realmente terrorizzata.] Oddio...! Cosa avranno
fatto al mio corpo? 

Madoka: Sono spiacente che ci sia stato un tale equivoco. Kasuga oggi...
non e' se stesso.

Ritsuo: [Annuisce] E' vero. Sta accusando una ricaduta del comportamento
chimicamente indotto della scorsa settimana. 

Yuko: [Guarda Yoko e si mette una mano dietro la nuca.] Oh oh...! 

Yoko: [Imbarazzata] Ehm... [Timidamente porge a Madoka due denti.]
potresti darglieli quando lo vedi? Lo faremmo noi, ma non penso che ci
voglia vedere per un po'...

Baka: Non... non posso crederci... [Sviene sulla spalla di Madoka.] 

Keiko: [Prendendo in mano Baka] Oddio... il tuo pappagallo e' svenuto,
Madoka. 

Madoka: [Mette una mano sul viso mentre dice a se stessa...] Non puo'
essere vero... [A Yoko] Hai visto dove e' andato? 

Yoko: Beh, non deve essere andato lontano. Andandosene via da qui, stava
zoppicando da... 

Yuko: [Le mette una mano sulla bocca, quindi sussurra...] Non dirglielo!
Vuoi peggiorare la situazione? [A Madoka indicandole un palazzo.] Si e'
diretto verso quel complesso di edifici. 

[Madoka, Keiko e Ritsuo si voltano. Dietro a loro c'e' un cartello con
scritto "Istituto Superiore di Lotta di Yokohama". E piu' sotto, scritto
a mano "I pervertiti saranno severamente puniti!"] 

Madoka: [Prendendo Baka da Keiko, quindi sarcasticamente a se stessa...]
C'e' un cambiamento... notizie ancora peggiori... 

Ritsuo: [Vede la scritta testuale e metaforica sul muro...] Beh, sembra
che sia stato piu' uno svantaggio che non il contrario. Ci rivediamo al
pensionato ragazze. Per quando ritornerete sara' pronto l'antidoto per
Kasuga. Ciao! [Se ne va] 

[Palestra dell'istituto. Madoka e Keiko si guardano intorno, quindi
vedono diverse ragazze che bisbigliano tra di loro in piccoli gruppi.] 

Keiko: [Picchietta una di loro sulla spalla.] Dimmi, hai visto un
ragazzo con i capelli castani ed una blusa di una tuta sportiva grigio
chiara vagare qui attorno? 

Ragazza 1: Intendi lo strambo? 

Keiko: [Risentita] Ehi! Questo non e' ca- 

Madoka: [Zittendo Keiko] E' passato di qui? 

Ragazza 2: Certo, ed e' andato di la'... [Indica una porta in un angolo
della palestra. Madoka e Keiko rabbrividiscono. Sulla porta c'e' un
cartello con scritto "Spogliatoio".] 

Madoka e Keiko all'unisono: Oddio...! 

Madoka: [A Keiko] Puoi aspettarci all'uscita? Cerchero' di recuperarlo
prima che sia troppo tardi.

Keiko: [Annuisce e sorride.] Um! [Se ne va.] 

[Pensionato di Kyosuke. Ritsuo giunge correndo ed entra dall'ingresso
principale. Subito dopo aver tolto le scarpe, si volta e vede Mariko.] 

Ritsuo: Buonasera Fujimoto! [Si inchina e comincia a salire le scale.] 

Mariko: [Nota la sua fretta.] Cosa e' successo? [Pensa un attimo.]
Qualcosa a che fare con Kasuga, non e' vero?

Ritsuo: [Si ferma] L'ha visto? 

Mariko: [Annuisce] Ha usato il linguaggio piu' vergognoso possibile,
ma... [Cerca di ricordare] ho l'impressione che non fosse in se'. 

Ritsuo: [Annuisce] Sta soffrendo di una ricaduta del comportamento
chimicamente indotto. Sto andando di sopra a preparare un potente
antidoto per assicurarmi che non succeda piu'. Ayukawa e Kimura lo
stanno cercando. Spero solo che lo tengano fuori dai guai fino ad
allora. 

Mariko: [Sorride] Non preoccuparti. Ayukawa e' una persona della quale
ci si puo' fidare. Sono certa che lo portera' al sicuro. 

[Spogliatoio femminile della palestra. Le ragazze a quanto pare hanno
terminato al propria lezione e si stanno rivestendo con le divise
scolastiche. Allineate al muro ci sono file di armadietti e panchine
disposte parallelamente tra loro e l'aria e' carica dell'umidita'
proveniente dalle docce. Il pettegolezzo tra le ragazze e' in piena
azione.] 

Ragazza 3: [Pettinandosi.] ...e mi ha detto "Non voglio essere visto con
una ragazza come te!"

Ragazza 4: [Indossando la camicetta.] Veramente? Non avrei creduto che
avesse questa faccia tosta!

Capoclasse: [Ferma i capelli con un elastico e chiude il suo
armadietto.] Mai lasciare che un ragazzo ti dica questo! [A giudicare
dell'attenzione che le sue parole attirano, e' evidente la reputazione
che gode tra le ragazze.] Se li lasci fare, ti calpestano sotto i piedi!
Se un ragazzo mi si rivolgesse con un tono simile, gli darei una lezione
che...! [La voce sfuma quando nota la ragazza di fronte a lei che
impallidisce.] 

Ragazza 5: [Indicando Kyosuke, che e' appena caduto dentro l'area delle
docce.] Un Ma-ma-MANIACO!

Capoclasse: [Si volta, quindi con un tono aggressivo...] VERME! COSA
PENSI DI FARE QUI? [Irritata dal silenzio perplesso di Kyosuke.] BEH?
FARESTI MEGLIO A DARMI UNA SPIEGAZIONE VALIDA! 

Kyosuke: RACCHIA...! 

...PAUSA DRAMMATICA... 

[Per diversi secondi, nello spogliatoio cala un silenzio di tomba.
Kyosuke assiste con sguardo assente alla rabbia crescente. Appena
entrata nella stanza, Madoka si e' fermata in silenzio dietro di lui.
Stava osservando la scena e capisce cio' che sta per succedere quando
sente il suono di una bottiglia rotta apposta sul pavimento che spezza
il silenzio...] 

Capoclasse: [Bianca dall'ira, si volta verso le altre ragazze ed
ordina...] SPACCHIAMOGLI... IL... <Beep!>!!!! 

Baka: [Paralizzato dalla paura sulla spalla di Madoka] ... 

Madoka: [Mormora a se stessa] Cosi' tanto per cosi' poco... [Con una
mossa decisa, balza oltre la panchina contro la capoclasse, facendola
scontrare con le altre ragazze e guadagnando secondi preziosi. Quindi
afferra Kyosuke per un braccio e comincia a correre...] Scusami! 

Capoclasse: [Con espressione folle quando si volta verso le altre.]
PRENDETELO! PRENDETELI ENTRAMBI! 

[Le ragazze si lanciano avanti compatte, assetate di sangue. Madoka
tenta di guadagnare terreno vista la situazione. Come rientra in
palestra, si rende conto che il numero delle inseguitrici unito alla
mancanza di cooperazione di Kyosuke sta rendendo la loro fuga
praticamente impossibile. Madoka cerca di uscire dall'edificio,
trascinandosi dietro Kyosuke, ma sa di aver solo pochi secondi. Quindi
intravede Keiko che la attende all'angolo con uno degli edifici
adiacenti.] 

Madoka: Keiko! [Trascinando con se' Kyosuke con una mano, tenendo la
corda nell'altra e Baka sulla sua spalla che fatica a rimanere
attaccato.] Vedi se riesci a rallentare la loro furia! [Scompare dietro
l'angolo.] 

Keiko: [Annuisce decisamente.] Um! [Keiko si nasconde dietro il muro
dell'edificio dopo che Madoka l'ha oltrepassata. Quindi prende il
colletto della camicia e comincia prudentemente a strapparne una sezione
in mezzo.] 

[Ragazze dell'istituto. Avendo momentaneamente perduto il bersaglio, la
capoclasse intima alle altre di fermarsi.] 

Capoclasse: Merda... dove puo' essere andato? [Gesticola alle ragazze.]
Dividiamoci! Se qualcuna di voi dovesse vederlo...

Keiko: [Da uno dei vialetti.] WHAAAAAAA...! 

Capoclasse: Eh? [Cammina in direzione dell'urlo insieme a meta' delle
ragazze. Giunta davanti a Keiko, ne nota la camicetta strappata e trae
le naturali conclusioni. Afferra Keiko per le braccia e le domanda...]
Dov'e' andato il pervertito?

Keiko: [In lacrime] E'-E' corso giu' per quel viale... [indica un gruppo
di edifici dall'aspetto fatiscente dall'altra parte della strada.] Ha
de-detto che c'erano altre ragazze che lo aspettavano...!

Ragazza 4: MA BRUTTO-! 

Capoclasse: ANDIAMOLO A PRENDERE! 

[Il gruppo si getta velocemente nella direzione degli edifici per
infliggere la "punizione divina". Keiko continua a piagnucolare fino a
che la folla non e' chiaramente fuori dal suo campo visivo ed uditivo.
Quindi soddisfatta, smette di piangere, si rialza e sfodera l'abituale
sorriso...] 

[Pensionato di Kyosuke. Mentre Keiko, Yoko e Yuko stanno percorrendo il
vialetto d'ingresso alla casa, qualcosa le costringe a tapparsi il
naso.] 

Yoko: [Disgustata.] Cosa diavolo...? 

Yuko: [Cerca di allontanare l'odore dal suo naso.] Katsu sta sicuramente
dando il meglio di se'! 

[Nel momento in cui aprono la porta d'ingresso, Mariko esce dalla camera
no. 3, con addosso una mascherina protettiva sul naso e sulla bocca.] 

Fujimoto: Katsu mi ha assicurato di aver quasi finito... ma ha chiesto
aiuto per amministrare il dosaggio. 

Keiko: [Alquanto perplessa mentre si tappa il naso.] Eh... che genere di
aiuto? 

Fujimoto: [Con un sorriso visibile anche attraverso la mascherina.]
Beh... questo e' un composto per via orale... 

[Vialetto nelle vicinanze della strada che porta al pensionato. Il sole
sta calando quando Madoka osserva Baka dall'altro lato del viale, che
tenta di tornare nel suo corpo. Sfortunatamente, Kyosuke sembra non
volergli dare ascolto.] 

Baka: [Tenendo uno dei capi della corda con gli artigli.] Forza!
<Squawk!> Afferra la corda, stupido di un pappagallo! 

Kyosuke: [Con espressione assente.] IDIOTA! 

Baka: MA BRUTTO...! 

Madoka: [Esasperata dalla perdita di tempo] Dammi qui! [Prende l'altro
capo della fune, tuttavia mentre si avvicina a Kyosuke, lui si allontana
gradatamente.] Stai fermo...! [Arrotola la corda e la lancia verso
Kyosuke, che la afferra di riflesso. Un campo di energia attraversa la
corda, quindi Baka e Kyosuke svengono. Madoka aspetta alcuni secondi,
poi si dirige verso Kyosuke e cerca di risvegliarlo.] Tutto bene Kasuga?

Kyosuke: [Cerca di sedersi e nota che ne ha appena la forza] Beh... sono
tutto ammaccato, il mio stomaco da l'impressione di essere stato colpito
ripetutamente, penso mi manchino un paio di denti... ma a parte cio'...
tutto bene... [Sviene in posizione prona.] 

Madoka: [Sospira] Finalmente... 

[Madoka aiuta Kyosuke ad alzarsi per ritornare verso il pensionato.
Madoka regge ancora Baka, mentre Kyosuke si massaggia la mascella e
cammina con evidente difficolta'.] 

Madoka: A proposito, prima che me ne dimentichi... [Lancia il rotolo di
corda a Kyosuke.] 

Kyosuke: [Prende la corda e le da una lunga occhiata mentre dice a se
stesso...] Sembra che non mi porti molta fortuna... [La rilancia a
Madoka.] Tienila tu... magari ti sara' maggiormente utile... [Continua a
camminare, lasciando Madoka ferma piu' indietro con un'espressione
sorpresa.] 

Madoka: Sei sicuro Kasuga? Chi lo sa... [Tiene la corda.] puo' darsi che
ti sia utile un giorno. 

Kyosuke: [Ancora abbattuto.] Forse... ma non voglio esserci quando
accadra'... 

Madoka: [Sorride continuando a camminare.] Come vuoi... Jingoro... 

Kyosuke: ... 

[Continuano a camminare in silenzio, ma arrivati all'ingresso del
pensionato, si bloccano. Sparsi sul giardino ci sono il futon di
Kyosuke, le sue valigie ed altro ancora] 

Kyosuke: [Lentamente realizza.] Accidenti... oggi e' il primo del
mese... e' l'affitto e' scaduto... 

[Ufficio di Egami. Il padrone di casa sta scrivendo un'entrata sul suo
registro, mentre Kyosuke firma una ricevuta.]

Isamu Egami: ...ecco fatto. [Guarda Kyosuke e sorride con diabolica
soddisfazione] Ora puoi riportare dentro la tua roba! 

Kyosuke: [A se stesso] Che giornata... grazie a dio e' finita...

Egami: [Prima che Kyosuke esca] Oh Kasuga! Sai che ore sono? 

Kyosuke: [Nota che sono le 20:32] Perche'? 

Egami: [Sorride ancora di piu'] Beh, visto che le 18:00 sono passate...
mi devi altri 2000 yen!

Kyosuke: [La penna gli cade dalle mani mentre si appoggia alla porta
dell'ufficio con aria depressa] ... 

[Stanza di Kyosuke. E' ormai notte fonda e Kyosuke disteso sul futon
cerca di lasciarsi alle spalle qualsiasi ricordo della giornata passata.
Il suo riposo e' interrotto da qualcuno che bussa alla porta...] 

Kyosuke: Eh? [Si alza e va ad aprire] Katsu! Fujimoto! Gemelle Miyasato!
Kimura! Cosa fate tutti qui? 

Ritsuo: Beh Kasuga, siamo ancora preoccupati perche' il tuo squilibrio
chimico potrebbe far fatica a scomparire. [Regge un bicchiere con un
fluido giallo dall'odore nauseabondo.] Cosi' ho preparato un antidoto
per via orale che sicuramente stabilizzera'... 

Kyosuke: [Tappandosi il naso e cercando di allontanare Ritsuo.] Ehi, sto
bene adesso! Veramente! 

Ritsuo: Andiamo Kasuga! [La sua espressione e quella degli altri si fa
ora severa.] Non puoi essere sicuro visto che gli effetti del
comportamento si sono ripresentati, cosi' e' meglio essere sicuri una
volta per tutte! 

Kyosuke: [Rientra in camera cercando di mettere una certa distanza tra
lui ed il repellente miscuglio.] Ma... 

Ritsuo: [Sospira] Mi dispiace doverlo dire... [Si volta verso gli
altri.] Prendetelo! 

Yoko: [Si precipita nella stanza.] E' per il tuo bene, Kasuga! [Gli
afferra il braccio sinistro e glielo blocca dietro la schiena.] 

Yuko: [A sua volta precipitandosi all'interno.] Esatto Kasuga! Domattina
ci ringrazierai! [Afferra il braccio destro e compie la stessa azione
della sorella.] 

Keiko: [Balza dentro la stanza.] Ricorda che facciamo questo solo
perche' ci preoccupiamo per te! [Gli prende le gambe e le solleva da
terra, cosicche' tutti e quattro si ritrovano per terra.] Ti guariremo,
Kyo-chan! [Gli sorride mentre lo blocca per le caviglie.] 

Mariko: [Entra con calma dentro la camera, reggendo un vassoio di paste
appena sfornate.] So com'e' difficile prendere medicine dal sapore
cattivo, [sorride a Kyosuke] cosi' ho preparato dei dolci. Ti aiuteranno
a mandare via il sapore del preparato! 

Eiji: FORZA! [Corre verso Kyosuke.] E' ORA DI GUARIRE IL FRATELLINO
KYOSUKE! [Gli afferra la testa e la tiene saldamente.] 

Kyosuke: AAAAAAAAHI!!!! LASCIATEMI! STO BENE! LO GIURO!

Ritsuo: NON RIBELLARTI, KASUGA! SO CHE HA UN ODORE CATTIVO, [Lotta un
po', quindi comincia a versare il preparato in bocca a Kyosuke.] E UN
SAPORE PEGGIORE, [Gli tiene la bocca chiusa e gli tappa il naso, mentre
gli altri lo bloccano a terra.] MA E' PER IL TUO BENE! 

Narrazione di Kyosuke: E' bello avere degli amici. E' bello sapere che
si prendono cura di te e farebbero qualsiasi cosa per assicurarsi che tu
stia bene... 

Kyosuke: AAAAAAAAHHHH!!!! 

Narrazione di Kyosuke: ...ma adesso, datemi le paste! 



SCHEDE DEI NUOVI PERSONAGGI

Baka: 

        Pappagallo di Teruhiko Kasamatsu. Il suo vocabolario (vanto di
Teruhiko) e' composto da una serie di imprecazioni e parolacce che
emette spesso ad alta voce. 

Umao e Ushiko: 

        Due innamorati che appaiono nei posti piu' impensati, facendo le
cose piu' strane, ma dicendo sempre le stesse cose. Umao e' l'uomo e
Ushiko sua moglie (si sposano tra la fine dell'anime e il primo film).
Una parodia di Romeo e Giulietta. 


-- 
Luciano Villalta
VGAi Owner Pride!
kyochan@iol.it (fino a fine mese)
khinno@hotmail.com

--
Posted from moon.ifinet.it [194.91.76.1] via Mailgate Server - http://www.mailgate.org